M.P.D.R.C. - MUTUALIST PROFESSIONAL DOCTORS RELATIONSHIP COMMUNITY | A NJHANTA D۴ TIMPNI

Username  Password  Ricordami

 mercoled 16 ottobre 2019

Coordinatore Prof. Alfonso  Preside Zampogna

 HOME PAGE

 RECENSIONI

 ELENCO REFERENTI

 APPUNTAMENTI

 IL FORUM

 ASSISTENZA

 CONTATTI

 MPDRC SUL TUO SITO!


Sondaggio

BULLISMO NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI OGNI ORDINE E GRADO, MALATTIA ENDEMICA E SINTOMATICA DI UNA SOCIETA FRANTUMATA, ASOCIALE ED ASOLIDALE

BULLI ARROGANTI PROTAGONISTI IN SISTEMI SCOLASTCI INDIFFERENTI E DISGREGATI

34%

BULLI SOGGETTI DI ACCUMULATO MALESSERE ESISTENZIALE

25%

BULLI VITTIME DI PIU' VASTE CULTURE E SISTEMI DI POTERE DEVIATI

37%

 

 

Indietro

A NJHANTA D۴ TIMPNI

data pubblicazione Sabato 24 agosto 2019

inviata da Alfonso ZampognaPreside

Qundu pnsi e qundu prri
ti contrci e ti rripjjhi
ti sprdi pru mngi
fjhi frti com cunjjhi
ma no rrvi nsin cima
d njhanta d timpni
C ti rrdi  e c ti pjjha
cu ti svmbica e ti scnza
cu ti mzzica e ti jhtta
cu ti gra a pirojhetta
ma s tu chi nn ti ndaccrgi
e qundu mij
chgni vta qundu pnsi
ch tttu s u patrjhni
ti ritrjhvi snz sij
tttu slu ch t ggui
nt t strhjta scumpagnta
d njhanta d timpni
Se rricrdi a mmnti sna
a Madnna Vrgini Mara
ncignu pru jha
n vta sla st camnu
quntu prova o p dilttu
quant rriva trdu o prstu
p vventra o p sfurtna
 puntni d timpni
e pcchssu si scejjhu
ccumpgnu ssi fidtu
u s fjjhu mmiraculsu
e cci ttttu nonostnti
pru jha cmu alltrhji
disperdta si rritrjhovu
nt vili d muntgna 
ch ddu pdi nt scalni
e nno rrivu pij e mmij
 puntni d timpni
Slu Crstu Sntu Ddu
snza  spi e snza  vli
p timpni si dipartu
girndu slu gni vta
p vili e p vajjhni
Camminu spra allcqua
fu lucnti cchjjh d sli
e ppij fci cmu ptti
ccuss a fni nci rrivu
snza  spi ch strjhta fci
prpriu  cma d puntnu
Tutta s vta ndi dunu
a cc pcu e a cc ssi
a ssecnda i s bbisgni
c nojjhita pi sarvu
a cc a jhu si rrivorgu
sviu nfelci maltu e pcciu
cgni vta d cma d puntni
cercvanu smpri a s ragini
Qundu pi si risorvu
pmmu fci ttti cuntnti
nt nu mndu di scuntnti
snza dttu e cc na crci
strjhascicndu si ndi nchjanu
nt n timpa e n scalni
nsn cma d timpni
Jjh trjhvau nt s mrti
a ss mmma sprta e sla
 si cingi a s srti 
c trhji fmmani e dd latrjhni
pcchommi ttti lltri
cumpgni e amci
nemci e cumpagnni
c jh clu tttu strjhmbu
snza sli e snza lna
p para e avnzi tmpu
cmu gtti  mmenz lgu
s squajjhiru allintrjhasttu
e u dassru tttu slu
s grtta c s tormntu
ra tu scenzitu  nnti
ch cmpi slu e snza  pnsi
ch ti snti drjhttu assij
chi  llatrjhi mncu gurdi
e c t mrti nn pnsi mij
cmu smpri nn taccrgi
ch palrgiu gri e vti
ma nt stssu pntu stij
cmu a crpa nt puntni
d nchjanta d timpni
(A, B ... Z)

1)A NCHJANTA D TIMPNI / La salita del burrone / Quando pensi e quando parli / ti contorci e ti riprendi / ti dimentichi anche di mangiare / corri veloce come i conigli / ma non arrivi sino in cima / della salita del burrone / Chi ti sorride e chi ti corteggia / chi ti vomita e chi ti scanza / chi ti smozzica e ti getta /  chi ti gira (intorno) a piroetta / ma sei tu che non te ne accorgi / e quando mai / che ogni volta quando pensi / che di tutto sei il padrone / ti ritrovi senza saperlo / tutto solo e con tanti guai / nella tua strada scompagnata / della salita del burrone  / Se ricordi a mente sana / La Madonna Vergine Maria / Incominci pure lei  / solo una volta questo cammino /  per provare o per diletto / tanto per arrivare tardi o presto / per avventura o per sfortuna / sino in cima del burrone / e per questo si scelse / come compagno assai fidato / il suo figlio taumaturgo / e ci nonostante  / pure lei come gli altri / dispersa si ritrov / nei viottoli della montagna / e con i due piedi nello scalone senza poi arrivare mai / alla cima del burrone / Solo Cristo Santo Iddio / senza saperlo e senza volerlo / per il burrone si part / girando da solo ogni volta  / per viottoli e  dirupi / Cammin sopra lacqua / fu spendente pi del sole / epoi fece pot / e cos alla fine ci arriv / senza sapere quale strada fece / proprio in cima del burrone /  Tutta la sua vita ci don / a chi poco e a chi assai / ad ognuno a seconda i propri bisogni /  loro on uno sguardo poi salv / a chi a lui si rivolse / / saggio infelice ammalato e pazzo / chogni volta dalla cima al burrone / cercavano sempre la propria ragione / Quando poi si ripromise / di far diventare tutti contenti / in un mondo di scontenti / senza una parola e con una croce / trascinandosi si arrampic / per un dirupo ed un  gnadone / sino in cima del burrone / L ritrov nella sua morte / la sua mamma disperata e sola / a piangersi la propria sorte / con tre donne e due ladroni / perch ormai tutti gli altri / compagni ed amici / nemici e compagni di merende / con quel cielo tutto strambo / senza sole e senza luna / per paura e prima del tempo / come gatti in mezzo al lago /  scomparvero (si sciolsero) all'improvviso / e lo lasciarano tutto solo / a gestirsi il suo tormento / Ora scenziato del niente / che vivi da solo e senza pensare / che ti senti dritto assai / che gli altri manco guardi / e che alla tua morte non pensi mai / come sempre non ti accorgi / che a trottola giri e rigiri / ma nello stesso punto stai / come la capra  proprio in cima / della salita del burrone

Indietro

Segnala questa pagina

 

 

Aggiungi ai preferiti

Pagina iniziale

 

Gli Appuntamenti

Le Sedi Scolastiche

Cerca la sede scolastica pi vicina inserendo il CAP, il nome della scuola o la citt

 

La Mailing List

Resta sempre aggiornato sulle novit, le comunicazioni, i corsi dell'Ufficio Monitoraggio Pratiche Didattiche della Provincia di Reggio Calabria inserendo il tuo nome ed il tuo indirizzo email

 

 

 

Powered by Dargal.it

Recensioni   Elenco Referenti   Appuntamenti   Il Forum   Assistenza   Contatti