M.P.D.R.C. - MUTUALIST PROFESSIONAL DOCTORS RELATIONSHIP COMMUNITY | NT PAYSI YORYA

Username  Password  Ricordami

 luned 16 maggio 2022

Coordinatore Prof. Alfonso  Preside Zampogna

 HOME PAGE

 RECENSIONI

 ELENCO REFERENTI

 APPUNTAMENTI

 IL FORUM

 ASSISTENZA

 CONTATTI

 MPDRC SUL TUO SITO!


Sondaggio

BULLISMO NELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE DI OGNI ORDINE E GRADO, MALATTIA ENDEMICA E SINTOMATICA DI UNA SOCIETA FRANTUMATA, ASOCIALE ED ASOLIDALE

BULLI ARROGANTI PROTAGONISTI IN SISTEMI SCOLASTCI INDIFFERENTI E DISGREGATI

33%

BULLI SOGGETTI DI ACCUMULATO MALESSERE ESISTENZIALE

24%

BULLI VITTIME DI PIU' VASTE CULTURE E SISTEMI DI POTERE DEVIATI

38%

 

 

Indietro

NT PAYSI YORYA

data pubblicazione Marted 09 febbraio 2021

inviata da Alfonso ZampognaPreside

'Nt' paysi ch t trjhvi
yrnu e ntti nd'hi m' si
cmu thi stri e cumportri
c se a csu cdi n trra
n t pi chy yisri
Ma se mbci n si nnti
e a gnti n cansci
 caminri nt t srhta
n pensndu prpriu nnti
t scarrlli facilmnti 
e se pru t sti frmu
n sla btta vntu
m tbbtti mantinnti
Ndhi pnsi gni vta
c smiriyi  luntnu
c c t ncntrjhi
ed c t vvicni
caminndu  sfasamntu
c se sbyyi u pstu ti
chy chi ndvsti e ndhi 
pru se diamnti argntu ed ru
mncu p ta mbli nnti
Nt paysi Yoryha
nc n gidici mancnu
critu brttu e maldttu
scanztu ttti e rivertu
ch gnra t pri
smpri nsonnichyytu e compundtu
cmu n gyu p cntu gayni
pri ch pyya ttt yrna
ma n fci nnti nnti
c s lmita gni matna
cantri quntu y bllu u sli
slu qundu s crca  sra
pecch n fci chy danni
St gidici veramnti
y srhnu e pru corntu
e malanva pe c y fisstu
c s nggniya ch s sentnzi
ch s stdia ttti lnghi
mllestsci tnti cundnni
ch ncumncianu snza mnu
p c rrva o ncppa
nt s gru o s portta
chllra a s vta pti valri
mncu mnu n tornsi
trjhovtu n trra  srhoppicri
Nt paysi Yoryha
cmpa n prviti fundtu e pcciu
p s fmmini  catna srhtta
assi luntnu  d s Crsia
ch nt srhti vci fuyndu
e ch mni nt sacchtti
nt rubtta vci muccindu
pni psci e patennsrhi
chgni matna sna i campani
m rissyya pru i ghyri
c se n mncu Du snti
e se pi dci mssa
ftti  Du e lldi  gnti
dispensndu ttti qunti
Madnni Crsti e Santi
paradsi purgatri lmbi e mprni
e se n nc nnti mangiri
cmpa i yrna d s vta
fttendu slu e yastimndu
qundu pi p sventra
s trjhva  ch cumpssa
nt payisi crscinu stt sli
i cumpundti i svelti e i futtti
pru chy tutti i peccti
e p chyi ch ndhnnu crna
p ngusciyti cumpessti
crscinu pru ttti i gui
yu cmpa chy  chi pnsi
ma se llstnti mri
sttti qutu e spensertu
c s tsta fma  nnti
senza u s Du scunsidertu
ch d s pttu n dispnsa
mncu se p malasrti
 trjhva  diynu o c nnti
Nt paysi Yoryha
n t pi mncu sperdri
dpu tttu chyu chi t fci
d mdicu  st paysi
ch slu qundu t vdi
maltu mprssu mrti 
s snti assi ngornsi
yu s frma slu  pensri
quantu dnni s pti vitri
c se pi n fci nnti
p yu y assi myyu
pecch i danni s cmu  dnti
se cdi nu cdunu tnti
c se ncumncia  sentenziyri
o pi t scrvi s rigtti
c medicinli assi susptti
prma dci e pi cunfrma
c lmu pru se diynu
gnra ndvi sri prntu
p tambtu e u campusntu
ch Signri Du n pti spettri
c sttrda  morri
Ttti ltrjhi st paysi
cmpunu slu cmu pnnu
m rstanu smpri yrta
cm psci ch vni  glla
e nmmu rrvanu mi csa
ch mnti chysa e lnchi tsi
snza dri trjhppu scnsu
 c cu yi ndvi  campri
e se matna briscendu u sli
lmini s rrtanu p Mssa
prganu Du e i s Snti
m vnnu avnti ch s nchi
e pmmu fnnu frnca
c se pi n nc stnnu
sccuntentnu stssu
m cmpanu snza dnnu
slu c Du e tutti i Snti
e p chstu gni simna
fnnu i Missi raccumandti
m s scnzanu p ttta a vta
d dnni ftti e mncu pensti
Nt tttu st burdllu
cunttu vivt e canttu
pnsa mumntu e capsci
c t pi scanzri
ndi ndhi yri o fuyri
gurda yrna ch t bstanu
m s scnzanu d t gurra
e p rstu t pi nsonnri
Ma se ttti fnnu a gurra
p campri n snta pci
ndi vi nt st trra
pmmu sti slu c t pci
Cmpa pru snz si
chi casnu y chsta vta
pregndu Du nmmu s nczza
e m t dna na smovta
c n bna scotulta
terremtu lluvini pestilnze
fni d mndu nt n yornta
snnu ttti tti d s potnza
ccuss m fci p smpri fnta
ch yocri sempiternu
yu pzzu ma n mbyyu
restndu frmu yosrhiyri
yu mncu mrtu vli
t mmazza o t dnna
c moru spr n crci
m srva ttti qunti
c t bsta sulamnti
n sputtri e yri avnti
ra yu ch n scciu
quali y myyu sceyyri
p n sarbzza mmantinnti
dssu  Du Patrjhetrnu
pru a fni dgni stria
m cnza cmu vli
p ttt scmi e squaccarsi
ch vnnu smpri i stssi csi
e s pyyanu p cannarni
ffcandusi pgni csa
ra n s yu ma prpriu yu
ch m scumpyyu ch mnti
o m scampnu ch cri
ch st csi n nc bdu
dssu tttu scnza Du
pecch s pru ftti s
cmpu gurdu e drmu
sfarnu p c vli e p c snti
cnti storyi sentnzi e cnti
p lsrhi patti d m gnti
nsin chi n' mru
o divntu pcciu


(A, B ... Z)
 
1)NT PAYSI YORYA / NEL PAESE DI GIORGA / Nel paese che ti trovi / giorno e notte devi sapere / come devi stare e comportarti / ch se per caso cadi a terra / non ti puoi pi alzare / Ma se invece non sai niente / e la gente non la conosci / a camminare nella tua strada / non pensando proprio a niente / ti scarrelli facilmente / e se anche ti stai fermo / basta un solo colpo di vento / basta un solo colpo di vento / per abbatterti immediatamente / Devi pensare ogni volta / a chi punti da lontano / con chi ti incontri / e a chi ti avvicini / camminando in confusione / perch se sbagli il tuo posto / quello che avesti ed hai / anche se diamante argento e oro / nemmeno per te vale niente / Nel paese di Giorga / c un giudice perverso / creato brutto e maledetto / scansato da tutti e riverito / che ad ogni ora ti sembra / sempre assonnato e confuso / come un gallo per cento galline / sembra che le fecondi tutti i giorni / ma non fa niente di niente / perch si limita ogni mattina / a cantare quanto bello il sole / soltanto quando tramonta a sera / perch non fa pi danni / Questo giudice veramente / bizzarro ed anche cornuto / e guai per chi fissato / perch si inventa con le sue sentenze / che se li studia tutte lunghe / per definire tante condanne / che incominciano senza meno / per chi arriva o incappa / nel suo raggio o alla sua portata / ch allora la sua vita pu valere / nemmeno di un tornese / trovato a terra inciampandoci / Nel paese di Giorga / vive un prete fuso e pazzo / per le sue donne a catena stretta / assai lontano dalla sua Chiesa / che nel/ le strade va correndo / e con le mani nelle tasche / va nascondendo nella tonaca / pane pesci e rosari / che ogni mattina suona le campane /   per svegliare anche i ghiri / perch altrimenti nemmeno Dio lo sente / e se poi dice messa / fotte Dio ed illude la gente / distribuendo a tutti quanti / Madonne Cristi e Santi / paradisi purgatori limbi e inferni / e se non c niente da mangiare / campa i giorni della sua vita / fottendo da solo e bestemmiando /  quando poi per sventura / / si accaparra chi confessare / nel paese crescono alla luce del sole / i confusi i confutati ed i fottuti  /  anche pi di tutti i peccati / e per quelli che hanno le corna / per le  /  confessate / crescono anche tutti i guai / Lui campa pi di quanto pensi / ma se improvvisamente muore / statti calmo e spensierato / ch la sua mente fuma come niente / senza il suo Dio sconsiderato / ch del suo patto non lo dispensa / nemmeno se per malasorte / lo trova digiuno o con niente / Nel paese di Giorga / non puoi nemmeno dimenticare / dopo quello che ti fece / del medico di questo paese / che solo quando ti vede / ammalato prossimo alla morte / si sente molto gagliardo / Lui si ferma solo ad immaginare / quanti danni si pu evitare /  ch se poi non fa niente /  per lui  molto meglio / perch i danni sono come i denti / se cade uno cadono tanti / ch se incomincia a sentenziare / o ti prescrive le sue ricette / con medicine assai sospette / prima dice e poi conferma / che luomo anche se digiuno / ad ogni ora deve essere pronto / per la bara e il cimitero / perch il Signore Dio non pu attendere / chi si attarda a morire / Tutti gli altri di questo paese / vivono soltanto come possono / per restare sempre allin piedi / come il pesce che viene a galla / e non arrivare a casa / con la mente chiusa e gambe stecchite / senza creare troppo disturbo / a chi con loro deve campare / e se al mattino apparendo il sole / gli uomini si radunano per la Messa / pregano Dio ed i propri Santi / per andare avanti con le proprie gambe / e per farla franca / perch se poi non ci stanno / saccontentano lo stesso / di vivere senza danno / soltanto con Dio e tutti i Santi / e per questo ogni settimana / celebrano le Messe raccomandate / perch li liberino per tutta la vita / dai danni fatti ma nemmeno pensati / In tutto questo bordello /  raccontato vissuto e cantato / immagina allistante e capisci / chi ti puoi evitare / dove devi andare o fuggire / valuta i giorni che ti bastano / per evitare la tua guerra  / e per il resto puoi sognare / Ma se tutti fanno la guerra / per vivere in santa pace / dove vai in questa terra / per star da solo con la tua pace / Vivi anche senza saperlo / il casino che questa vita / pregando Dio che non si arrabbi / e non ci dia una smossa / con una buona scrollata / terremoti alluvioni pandemie / fine del mondo in una giornata / sono tutti atti della sua potenza / cos per farla per sempre finita / perennemente col gioco / io posso ma non voglio / restando fermo poi a tramare / Lui nemmeno morto vuole / ammazzarci o condannarci / perch mor sopra ad una croce / per salvarci tutti quanti / ch a noi basta solamente / non sfottere ed andare avanti / Ora io che non so /  cosa meglio scegliere / per una salvezza immediata / lascio a Dio Padreterno / la fine dogni storia / che provveda come vuole / per tutti gli scemi e sbruffoni / che vogliono sempre la stessa cosa / e si afferrano per il collo / strozzandosi per ogni cosa / non sono io ma proprio io / che mi affanno con la mente / e mi slargo col cuore / ch a queste cose non ci bado per niente / lascio tutto alla sapienza di Dio / perch sono pure incombenze sue / campo guardo e dormo / rispolvero per chi vuole e per chi sente / canti storie sentenze e racconti / per lustri vissuti dalla mia gente  / sino a che non muoio / o divento pazzo

Indietro

Segnala questa pagina

 

 

Aggiungi ai preferiti

Pagina iniziale

 

Gli Appuntamenti

Le Sedi Scolastiche

Cerca la sede scolastica pi vicina inserendo il CAP, il nome della scuola o la citt

 

La Mailing List

Resta sempre aggiornato sulle novit, le comunicazioni, i corsi dell'Ufficio Monitoraggio Pratiche Didattiche della Provincia di Reggio Calabria inserendo il tuo nome ed il tuo indirizzo email

 

 

 

Powered by Dargal.it

Recensioni   Elenco Referenti   Appuntamenti   Il Forum   Assistenza   Contatti